Internazionalizzazione: Dati Economici per fare Import Export nei Paesi UE

Perché leggere i dati economici di un Paese

Conoscere ed interpretare correttamente i dati economici dei mercati è importante perché la conoscenza è il presupposto fondamentale per progettare una efficace internazionalizzazione dell’impresa.

Le informazioni riguardanti il PIL di uno stato, il reddito pro-capite dei suoi cittadini, i settori “opportunità”, il rischio di credito, le tendenze dei settori emergenti e trainanti, sono informazioni fondamentali per poter progettare, pianificare ed infine esportare prodotti e servizi in un determinato mercato o per decidere di delocalizzare la produzione. Ma la sola analisi macro-economica non è sufficiente, in quanto esistono vincoli e opportunità di natura legislativa, fiscale, doganale e amministrativa che devono essere considerati al fine di una valida decisione.

A solo titolo di esempio, la recente fuoriuscita del Regno Unito dalla UE ha provocato un'instabilità negli scambi commerciali con il “vecchio continente” che, secondo recenti studi CEPS, causerà una riduzione delle esportazioni inglesi verso il mercato UE e una diminuzioni delle esportazioni UE verso la Gran Bretagna. Se a ciò si aggiungono i mancati introiti derivanti dall’export dei servizi erogati dalla City, è facile capire come la scelta inglese presenti molte incognite future difficilmente quantificabili nel medio lungo termine..

Queste brevi indicazioni hanno lo scopo di mettere in evidenza come  la conoscenza del contesto economico e geopolitico in cui vogliono inserirsi le società esportatrici non possa essere ignorato per il buon successo di un’operazione di internazionalizzazione.